Università degli studi di Cassino: Invio diffida

logo universita CASSINOLa scrivente Organizzazione Sindacale è informata del fatto che l'Ateneo di Cassino è stato condannato dal Giudice ad un forte impegno economico in favore di un primo gruppo di sette CEL (ex lettori di madre lingua).

Al momento, appare che non tutti i ricorsi siano stati esaminati in appello, almeno nella parte dell'esecutività del pignoramento messo in essere dai ricorrenti, a seguito dell'emanazione della sentenza di primo grado, da parte del Giudice del lavoro presso il Tribunale di Cassino.

A nostro avviso, è ipotizzabile che anche le prossime decisioni in appello potrebbero riconoscere il diritto degli altri ex Lettori ad una retribuzione adeguata alle prestazioni, come peraltro sempre sostenuto dalla UIL RUA.

Nel corso dell'ultima riunione, il Rettore ha dichiarato che l'elevato esborso di risorse economiche necessario ad ottemperare le sentenze citate, non inciderà in alcun modo sui trattamenti economici degli altri lavoratori.

In ogni caso, per evitare qualsiasi rischio di riduzione i livelli retributivi - anche accessori - in godimento ai dipendenti del nostro Ateneo, la scrivente O.S. UIL RUA invita preventivamente i vertici ad una precisa previsione di bilancio in termini di quantificazione del fabbisogno economico per il riconoscimento del diritto del personale CEL.

Riteniamo tale raccomandazione atto dovuto ai sensi di un corretto sistema di relazioni sindacali, teso a prevenire l'insorgere di conflitti.

La UIL RUA si riserva comunque di sottoporre alla magistratura competente ogni profilo di responsabilità - anche individuale -, altresì con riferimento a danni sia erariali sia subiti e/o subenti da terzi soggetti, ivi compreso, naturalmente, il personale dipendente dell'Ateneo.

Distinti saluti

Il Segretario di Ateneo UIL RUA
Alessandro De Lillo

stampa

Torna in alto
Top of Page