06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci
Set 05

leggeLa UIL RUA giudica estremamente negative le disposizioni riguardanti il personale precario del Decreto Legislativo n. 101/13, varato dal Governo il 31 agosto u.s..

Non vengono create opportunità reali per la soluzione del precariato; i vincoli normativi e procedurali, che hanno sin qui ostacolato i processi di inserimento in ruolo del personale precario, non solo permangono ma in taluni casi sono addirittura esasperati; siamo in presenza di una iniquità sostanziale delle norme e del rischio concreto di alimentare ulteriormente la disoccupazione intellettuale del nostro Paese, con uno spreco gravissimo di risorse umane peraltro insostituibili.

Set 05

leggeLa UIL RUA giudica estremamente negative le disposizioni riguardanti il personale precario del Decreto Legislativo n. 101/13, varato dal Governo il 31 agosto u.s..

Non vengono create opportunità reali per la soluzione del precariato; i vincoli normativi e procedurali, che hanno sin qui ostacolato i processi di inserimento in ruolo del personale precario, non solo permangono ma in taluni casi sono addirittura esasperati; siamo in presenza di una iniquità sostanziale delle norme e del rischio concreto di alimentare ulteriormente la disoccupazione intellettuale del nostro Paese, con uno spreco gravissimo di risorse umane peraltro insostituibili.

Set 04

COMUNICATO UNITARIO

CGIL CISL UILOggi 4 settembre 2013 , presso la sede del MIUR di Viale Trastevere, si é tenuto l'incontro richiesto dai Sindacati FLC CGIL, CISL UNIVERSITA', UIL RUA al Capo di Gabinetto.

I temi affrontati sono stati: l'emergenza precari AFAM, gli istituti musicali pareggiati, i provvedimenti in fieri per reclutamento e mobilità personale e, infine, l'elezione CNAM. Ascoltate le nostre richieste, ovvero in primis la riproposizione della risoluzione del problema precariato, l'Amministrazione ci ha aggiornato nel merito delle questioni da noi poste.

Set 04

leggeLa UIL RUA giudica estremamente negative le disposizioni riguardanti il personale precario del Decreto Legislativo n. 101/13, varato dal Governo il 31 agosto u.s..

Non vengono create opportunità reali per la soluzione del precariato; i vincoli normativi e procedurali, che hanno sin qui ostacolato i processi di inserimento in ruolo del personale precario, non solo permangono ma in taluni casi sono addirittura esasperati; siamo in presenza di una iniquità sostanziale delle norme e del rischio concreto di alimentare ulteriormente la disoccupazione intellettuale del nostro Paese, con uno spreco gravissimo di risorse umane peraltro insostituibili.

Set 04

MIURL'incontro con il MIUR e le OO.SS. è stato posticipato a mercoledì 4 settembre alle ore 11,30.

Il Capo di Gabinetto illustrerà i provvedimenti relativi al comparto AFAM che il Governo intende inserire in un Decreto Legge.

L'incontro è stato richiesto da CGIL - CISL - UIL.

 

Apr 26

miur-palazzoSi è svolto oggi al MIUR, presenti il Vice Capo Gabinetto dott.ssa Sabrina Bono e il Direttore Generale dott. Giorgio Bruno Civello e le delegazioni dei sindacati del comparto AFAM, un incontro di approfondimento sulle problematiche degli ex Istituti Musicali Pareggiati.

Al centro della riunione, l’analisi della situazione economica degli ex IMP che sta determinando, visto i ridotti stanziamenti degli Enti Locali, una condizione di emergenza che rischia di impedire il regolare funzionamento istituzionale rasentando, in alcuni casi, anche la chiusura dello stesso ente pubblico.

Apr 12

cultura si mangiaA meno di un’inversione di marcia dell’ultimo minuto, nell’anno che verrà la spesa pubblica per la cultura rischia di subire in Italia un’ennesima contrazione, con tagli di dimensioni tali da trascinare l’asticella dei finanziamenti al posto più basso nell’intera storia del secondo dopoguerra.

Ci dicono, da troppo tempo, che questa scelta è obbligata, in quanto gli effetti della crisi richiedono drastiche rinunce a tutti i settori compreso quello della cultura. Ma non è così. L’esempio è dato dagli altri Paesi dell’Europa, che pure devono affrontare una crisi di entità peggiore della nostra, dove le strategie governative hanno penalizzato la cultura il meno possibile, limitando i tagli al minimo indispensabile.

Apr 08

CGIL CISL UILLe scriventi Organizzazioni Sindacali, in considerazione dell'emergenza creatasi negli Istituti Superiori di Studi Musicali – ex pareggiati – (ved.Ancona) a causa della drastica riduzione, e in alcuni casi della interruzione di risorse economiche, da parte degli Enti Locali i quali hanno condizionato il prosieguo dei finanziamenti all'approvazione di un provvedimento legislativo che ne preveda l'avvio della statalizzazione.

Top of Page