06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci

speciale coronavirus

Università

Università

2020 03 31 UNIRC richiesta unitaria incontroMagnifico Rettore, Direttore Generale
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato lo stato di PANDEMIA del Coronavirus Covid-19 e la velocità con cui si sta diffondendo il virus ha comportato misure più restrittive da parte del Governo.

Le decisioni assunte nei giorni scorsi dal Presidente del Consiglio dei ministri rendono più che mai necessario che l'Ateneo adotti, con maggiore attenzione e fermezza, tutte le misure necessarie a tutela della salute delle lavoratrici e dei lavoratori.

2020 03 29 UNIPG nota UIL covid 19L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato lo stato di PANDEMIA del Coronavirus Covid-19 e la velocità con cui si sta diffondendo il virus ha comportato misure più restrittive da parte del Governo.

Le decisioni assunte nei giorni scorsi dal Presidente del Consiglio dei ministri rendono più che mai necessario che l'Ateneo adotti, con maggiore attenzione e fermezza, tutte le misure necessarie a tutela della salute delle lavoratrici e dei lavoratori.

2020 03 24 UNIFI lettera applicazione normativaBuongiorno,
in relazione al possibile prolungamento dello stato di emergenza Coronavirus, in considerazione delle ultime disposizioni Governative, con particolare riferimento alla direttiva 2/2020 che per le pubbliche amministrazioni definisce il lavoro agile quale modalità ordinaria di lavoro, la scrivente O.S. chiede di riconoscere a tutto il personale di poter svolgere la propria prestazione di lavoro agile 5 gg 5, richiesta già avanzata dalla Segreteria Nazionale in data 12 marzo, con nota protocollo 38/12.3 , fermorestando la necessità in presenza per i servizi minimi essenziali.

2020 03 16 comunicato UNIBO coronavirusCOMUNICATO STAMPA
Il Segretario Confederale del pubblico Impiego e Commissario Straordinario della Federazione UIL SCUOLA RUA "Ricerca Università Afam" Antonio Foccillo, ha dichiarato:
Apprendiamo con grande disappunto e preoccupazione che l'Università degli Studi di Bologna non ha messo in campo tutti gli sforzi richiesti dal Governo alle pubbliche amministrazioni necessari a contemperare l'interesse alla salute pubblica con quello alla continuità dell'azione amministrativa, assicurando il ricorso al lavoro agile come modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa.

2020 03 15 UNIBO osservanza misure contenimento contrasto diffusione coronavirusFacendo seguito alle nostre note protocollate n. 036/2020 del 5 marzo e n. 38/2020 del 12 marzo, con le quali si chiedeva alle amministrazioni di conoscere le misure di contenimento e contrasto alla diffusione del COVID-19 attivate nelle proprie sedi di lavoro, sollecitando altresì l'applicazione di quanto disposto, ovvero di attivare in tutti le sedi di lavoro l'applicazione del lavoro agile per tutte le lavoratrici e lavoratori e laddove non è richiesto il presidio di riconoscere il lavoro agile 5 giorni su 5 fino al 3 aprile p.v., ci risulta che non tutte le amministrazioni abbiano provveduto a farlo, che ci sia anche resistenza nell'accogliere tutte le richieste pervenute e che nel vostro Ateneo non tutto il personale sia stato messo nelle condizioni di poter svolgere il lavoro agile.

28 Feb 2020

2020 02 28 nota universita torino applicazione direttiva 1 2020Con riferimento alla direttiva in oggetto e alla circolare applicativa emanata dalla vostra Università, ci preme segnalare che l'indicazione del limite di distanza dalla abitazione alla sede di lavoro (risiedere in un luogo distante dalla sede lavorativa almeno 15 Km e di avvalersi di mezzi di trasporto pubblico per raggiungerla) indicato nella circolare tra i requisiti prioritari per la richiesta di modalità flessibili di lavoro, non è contemplato nella direttiva 1/2020.

12 Feb 2020

aranProseguono i lavori della Commissione sui sistemi di classificazione del Personale e in merito si è tenuto il quarto incontro presso l'ARAN.

In apertura, l'ARAN ha esposto la cronistoria sull'evoluzione normativa e contrattuale che negli anni si è susseguita sulle Aziende Ospedaliere Universitarie integrate con il SSN, di "tipo A" e di "tipo B", partendo dal D.lgs. 517/99 sino al CCNL 2006/2009. Inoltre, ha presentato un primo documento sulla tematica e ha espresso la volontà di costruire una nuova tabella di equiparazione che preveda la corrispondenza nelle fasce AOU, sia per il Personale proveniente dall'Università che per quello proveniente dalla Sanità.

05 Dic 2019

aranProseguono gli incontri presso l'ARAN con tutte le Confederazioni Sindacali rappresentative del Comparto Istruzione e Ricerca, per il nuovo modello di Classificazione Professionale del settore Università.

La discussione si è aperta sul documento consegnato dall'ARAN sull'ipotesi di discussione relativamente ai Collaboratori Esperti Linguistici.

L'Aran ha evidenziato alcune criticità a partire dall'elevato contenzioso in essere, al trattamento economico da riconoscere relativamente al regime orario, ponendo particolare attenzione alla fattispecie delle 500 ore (previste) di didattica/assistenza alla didattica.

unimessinaSi comunica con grande soddisfazione che il candidato della Federazione UIL Scuola RUA – Università Ricerca Afam - Umberto Trimboli è stato eletto al Senato Accademico dell'Università di Messina per il triennio 2019/2022.

Il Commissario straordinario Antonio Foccillo, a nome della Federazione UIL Scuola RUA – Università Ricerca Afam, si congratula vivamente con Umberto Trimboli per l'elezione e ringrazia tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato.

lasapienzaIl Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Umberto I con delibera n. 0001063 del 22/11/2019 avente come oggetto il regolamento dell'attività libero-professionale intramoenia, non ha perso occasione per dimostrare ancora una volta quanto gli stiano a cuore le sorti dell'Azienda da Lui diretta ormai da due anni.

Con il suddetto regolamento ha stabilito, a nostro avviso in modo alquanto "garrotesco", l'immediata internalizzazione di tutta quell'attività intramoenia svolta dai medici del Policlinico Umberto I in regime di convenzione con le case di cura private e con gli studi professionali.

lasapienzaCi risulterebbe che la direzione generale del policlinico insieme alla regione stia provvedendo alla modifica dello stato giuridico dei medici EP universitari, a nostro avviso, in violazione delle norme vigenti.

L'ultimo protocollo d'intesa tra Sapienza e Regione Lazio prevede, attraverso una istruttoria tecnica da svolgersi a cura di un gruppo paritetico, l'elaborazione di una proposta risolutiva da sottoporre ai Ministeri competenti di cui all'art.8, comma 5, del D.lgs. 517/99 per la definizione delle problematiche concernenti il contenzioso, ivi compreso quello relativo al personale medico EP ex prefettato, sugli oneri sostenuti dall'Università.

Top of Page