images/logo_stampa.png
Stampa questa pagina
Mag 20  

AFAM: INCONTRO DIRETTORE GENERALE DOTT. DANIELE LIVON

ministero istruzioneRoma 20 maggio

AFAM: INCONTRO DIRETTORE GENERALE DOTT. DANIELE LIVON

Il 17 maggio 2019  si è svolto al MIUR un incontro tra il Direttore Generale Dott. Daniele Livon e le organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL del comparto “Istruzione e Ricerca”.

Per consentire il regolare avvio del prossimo anno accademico si sono affrontati i seguenti temi:

  • Criteri generali di ripartizione delle risorse relative all’anno finanziario 2018, destinate alle istituzioni AFAM statali, che riguardano:
  1. fondo miglioramento offerta formativa (CCNL art. 97, comma 3 lettera a3);
  2. formazione del personale (CCNL art. 97 comma 3 lettera a4).
  3. FONDO D’ISTITUTO: L’Amministrazione ha proposto come lo scorso anno di confermare le disposizioni stabilite nel CCNI del 2011. Le risorse disponibili per il fondo per il miglioramento dell’offerta formativa ammontano per l’anno 2019 a € 11.732.163,00.

Come lo scorso anno nessuna proposta è stata avanzata dall’Amministrazione per andare incontro alle esigenze delle istituzioni, ne nei contenuti ma, soprattutto, nei tempi.                                

Abbiamo chiesto il massimo impegno della Direzione Generale per accelerare l’assegnazione del fondo alle istituzioni, evitando di non ripetere quanto successo lo scorso anno, dove siamo dovuti intervenire in maniera insistente presso la Ragioneria dello Stato e coinvolgere i vertici del Miur per poi consentire l’erogazione, entro l’ultimo giorno utile, l’erogazione del Fondo d’Istituto.

  1. FONDO Per la formazione del personale: le risorse disponibili sono pari a € 50.731,00, l’Amministrazione ha proposto di individuare una quota fissa uguale per tutte le istituzioni e di suddividere la cifra rimanente in base alla dotazione organica del personale docente e tecnico amministrativo.
  • mobilità del personale: si è concordato di mantenere anche per questo anno quanto previsto già per gli anni passati. L’Amministrazione ha proposto di prorogare per il 2019/20 la validità delle disposizioni contenute del contratto del 2002.

Un nuovo quadro sulla mobilità potrà essere oggetto di confronto solo dopo l’emanazione del regolamento sul reclutamento del personale.

Si è concordato di attivare dal mese di settembre 2019 il confronto per la definizione dei criteri sulla mobilità e sull’erogazione del fondo miglioramento offerta formativa relativi all’a.a. 2020/21.

  • contingente per le assunzioni dei docenti: per quanto riguarda le assunzione per il 2019/2020 abbiamo chiesto una convocazione specifica per adottare una strategia che consenta di autorizzare un numero di unità superiore al turn over, visti i risparmi che derivano dalle differenze delle classi stipendiali tra il personale in uscita e quello in entrata.
    • contingente per le assunzioni dei TA: la Direzione Generale ha già predisposto la richiesta di nuove assunzioni in ruolo di 190 posti. La richiesta è alla firma del Ministro per l’invio al MEF per il completamento delle precedure.

Ricordiamo che le risorse stanziate dalla Legge 205/2017 consentono le assunzioni pari al 100% del turn over per il personale docente e TA più un ulteriore 10% della spesa complessiva sostenuta per i contratti a tempo determinato per l’anno 2016.

  • Statizzazione Accademie storiche e ISSM non statali

Come previsto dal D.M. 307 del 2019 che eroga i fondi stanziati della legge 107/2015, entro il 31 maggio 2019 le istituzioni dovranno produrre domanda per accedere ad un finanziamento pari a 2 milioni per le situazioni di emergenza, mentre il restane 1 milione e 600 mila euro sarà erogato con i criteri già adottati.

Il Decreto Interministeriale che disciplina l’erogazione dei fondi finalizzati alla statizzazione è stato registrato dalla Corte dei Conti il 16 maggio, questo consente l’avvio della procedura e l’erogazione dei fondi 2019 pari a circa 28 milioni.

Entro il 10 giugno p.v. il Miur ha previsto di aprire la piattaforma per consentire di inoltrare la domanda di statizzazione allegando tutti i documenti richiesti come previsto dal Decreto Interministeriale, la stessa sarà aperta per 90 giorni.

All’interno della piattaforma si dovrà procedere anche alla domanda per accedere a 1 milione 750mila euro, residuo del finanziamento 2018, per gli istituti in grave difficoltà, questi fondi saranno oggetto di graduale restituzione a favore degli altri Istituti a statizzazione avvenuta.

La stabilizzazione del personale come previsto dal D.l. 50 del 2017, sarà oggetto di ulteriori incontri e sarà regolata nel DPCM previsto dall’Art. 22 bis del DL 50 – 2017.