06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci

speciale coronavirus

27 Gen 2015

INFN: Il Giubileo (mensile)

INFN sedeLa Chiesa Cattolica Romana celebra oggi ordinariamente ogni 25 anni il "GIUBILEO", più conosciuto come "ANNO SANTO". Per l'occasione il Papa concede solennemente l'indulgenza plenaria lucrabile dai fedeli che da ogni parte del mondo giungono a Roma.
Nell'Antico Testamento, con la legge mosaica si celebrava ogni cinquanta anni l'"anno del Yobel" più conosciuto come "anno del corno del capro".
La legge ebraica ogni sette anni prescriveva l'"ANNO SABBATICO" oggi utilizzato e consolidato anche nel mondo universitario, ancora da regolamentare negli enti di ricerca (Art.62 CCNL 21-02-02).


Anche l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sembra avere individuato nelle riunioni del "Consiglio Direttivo" il proprio "GIUBILEO".
Forse in coerenza con la specifica attività di ricerca, il GIUBILEO INFN, viaggiando alla "velocità della luce", si celebra ordinariamente ogni mese nel centro di Roma presso la prestigiosa sede presidenziale di piazza dei Caprettari situata tra il Pantheon (tomba dei re), il "Portico di Ottavia" (storico quartiere ebraico) e Città del Vaticano (sede papale).
Quello del Giubileo era considerato un anno particolare molto atteso dal popolo in quanto si concedevano eccezionali benefici:
a) ogni 50 anni la legge mosaica celebrava l"anno del yobel" con liberazione degli schiavi, recupero del patrimonio alienato, ecc.
b) ogni 25 anni la Chiesa Cattolica celebra l'"Anno Santo" con indulgenza plenaria, ecc.
c) ogni 7 anni la legge ebraica prescriveva l'"anno sabbatico" con cessazione dal lavoro dei campi, condono dei crediti, liberazione degli schiavi ebrei, ecc.
d) l'INFN celebra il suo "mese giubilare" con riunioni a Roma nella sede della Presidenza a piazza dei Caprettari:
1. ogni mese, per due giorni, il Consiglio Direttivo composto da 34 membri;
2. ogni 3/4 mesi, per una giornata, l'Assemblea dei "Rappresentanti del personale Tecnologo, Tecnico e Amministrativo" di ciascuna delle Sezioni e dei Laboratori Nazionali INFN composta da 67 rappresentanti;
3. ogni 4/5 mesi, per una giornata, l'Assemblea dei "Rappresentanti del personale "Ricercatore di ciascuna delle Sezioni e dei Laboratori Nazionali INFN composta da 48 rappresentanti;
4. le delibere assunte nel "mese giubilare" (ogni mese) sembrano poter derogare dalla normativa in vigore:
− come la delibera per l'assunzione del Capo del Personale INFN per chiamata diretta, intuitu persona, utilizzando l'Art.23 del DPR 171/91 previsto per "lo svolgimento di programmi di ricerca e per la gestione di infrastrutture tecniche complesse";
− come la delibera che istituisce, unilateralmente e al di fuori delle norme contrattuali, "l'indennità di carica" erogata ai dipendenti Direttori delle Strutture INFN che prevalentemente coincidono con i componenti dello stesso Consiglio Direttivo;
− come le disposizioni governative in materia di spending review.
Tutto ciò nel rumoroso silenzio (assenso) degli Organi preposti al Controllo, sia interno (Collegio dei Revisori dei Conti, Magistrato per il Controllo) e sia esterno (MIUR, F.P., MEF), mentre, al contrario, gli stessi sono eccessivamente solleciti e attenti a formulare rilievi, spesso incomprensibili, sugli accordi sindacali riguardanti applicazioni contrattuali determinando conseguenti spaventosi ritardi e penalizzazioni.
Stante tale situazione la UIL RUA ha inviato il 23 gennaio u.s. ai vertici INFN, al Presidente del Consiglio, agli Organi di Controllo, ai Ministri Vigilanti (FP-MIUR-MEF), alla Corte dei Conti, la seguente nota:
Risulta alla scrivente O.S. che nonostante le reiterate misure previste dalle varie Leggi Finanziarie degli ultimi anni in materia di spending review, codesto Ente non sia intervenuto per ridurre le eccessive spese di funzionamento degli Organi di Governo e dei Rappresentanti del Personale derivanti dalla numerosa composizione degli stessi.
Al riguardo la specifica richiesta della UIL RUA del 14-11-2014 è, nei fatti, rimasta senza risposta in quanto la nota del 7/1/2015 n.3/2015/DG non indica nessuna cifra, cita e rinvia ai vari specifici capitoli di bilancio evidenziando che tali spese, oltre a non essere specificamente rilevate, afferiscono ad una pluralità di attività svolte.
Sono pertanto di complessa se non impossibile estrapolazione dalle evidenze di bilancio le spese specificamente sostenute ad es. per i componenti degli Organi direttivi all'interno delle voci che riguardano il trattamento delle missioni; mentre è rilevabile il gettone di presenza di 125,51 euro spettante ai 34 membri.
Alla luce di tutto ciò – costi ed aspetti gestionali – risultano incomprensibili anche da un punto di vista di organizzazione istituzionale le motivazioni per le quali si continua a consentire all'INFN:
a) di mantenere un Consiglio Direttivo (oltre alla Giunta Esecutiva), che si riunisce ogni mese per due giorni a Roma, composto da 34 componenti quando il comma 5, dell'Art.6 della Legge n.122/2010 prevede max 5 componenti per il Consiglio di Amministrazione; il CNR, ad esempio, ente multidisciplinare che conta oltre 8.000 dipendenti e circa 300 sedi sul territorio nazionale, ha dovuto ridurre da 7 a 5 i componenti del C.d.A. e spesso svolge le proprie sedute in videoconferenza;
b) di mantenere e finanziare le spese di funzionamento di due Strutture elettive di Rappresentanti del Personale rispettivamente dei Ricercatori, costituita da 48 unità di personale, e del Personale Tecnologo, Tecnico e Amministrativo, costituita da 67 rappresentanti, che si riuniscono a Roma con cadenza quadrimestrale e/o trimestrale le cui spese di missioni non sono specificamente rilevabili in quanto classificate nei capitoli di bilancio unitamente alle missioni di tutto il Personale;
c) di mantenere ancora separate le sedi dell'Amministrazione Centrale, con la Direzione Generale ubicata a Frascati, e la sede della Presidenza ubicata nel centro storico di Roma, con le inevitabili problematiche funzionali oltre alle spese di locazione che per la Presidenza risultano superiori ai 200.000 euro annui.

permangono tuttora le condizioni e le motivazioni che giustifichino, soprattutto i costi, per mantenere l'attuale singolare situazione, alquanto anomala in regime di spending review, che consente:
1) una sede per la Presidenza (al centro di Roma) lontana dalla sede dell'Amministrazione Centrale e della Direzione Generale (periferia di Frascati);
2) oltre alla Giunta Esecutiva anche un pletorico Consiglio Direttivo (34 componenti complessivi);
3) due pletoriche Istituzioni dell'Ente di Rappresentanti del Personale (complessivamente 115 componenti per circa 2.000 dipendenti) oltre alla presenza delle RSU (Rappresentanti Sindacali Unitari) ed delle OO.SS. di categoria.
Evidentemente, nel caso in cui l'attività sopradescritta dell'INFN rimanesse ancora strutturata ed organizzata nelle forme e con le modalità sopra riportate, la scrivente O.S. procederà alle ulteriori iniziative in tutte le sedi ritenute opportune al fine della maggiore evidenziazione, e dell'adozione degli eventuali atti sanzionatori, della suddetta attività dell'Ente.

YouTube e UIL Web Tv

Si comunica che da giovedì 29 gennaio p.v. sarà visibile l'illustrazione del presente comunicato su YOU TUBE sul canale UILRUA INFN e considerata per noi la rilevanza dei temi trattati in via eccezionale anche su UIL WEB TV al seguente link http:/www.uilweb.tv

Americo Maresci
UIL RUA

stampa

Torna in alto
Top of Page