06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci

speciale coronavirus

Ott 30

ISFOL sedeOn.li Senatori/Deputati,
vorremmo con la presente richiamare la vostra attenzione su uno dei pilastri della Riforma del mercato del lavoro riguardante il nuovo modello di flexicurity così come tratteggiato dal Jobs Act e definito dal D.lgs 150/2015, in vigore dal 24 settembre u.s. che interviene in modo complessivo sul sistema dei servizi per il lavoro. A sensi di questo Decreto l'ANPAL, Agenzia Nazionale chiamata a coordinare la rete dei servizi per il lavoro dovrebbe insediarsi dal 1 gennaio 2016 per divenire pienamente operativa nei mesi successivi. A breve saranno emanati tutti gli atti propedeutici alla sua istituzione che saranno sottoposti alle competenti Commissioni di Camera e Senato per un parere consultivo, ai sensi dell'art. 4 comma 9 del D.lgs 150/2015.

Ott 22

ISFOL sedeIn assenza di chiare informazioni circa il futuro dell'Istituto e del suo personale, nel quadro dello stato di agitazione già indetto, le OOSS e il personale dell'Isfol hanno occupato i locali di Presidenza, Direzione Generale e CdA.

Ott 08

ISFOL sedeE' evidente che sia in atto un'accelerazione nel processo di definizione degli assetti dell'ANPAL che coinvolge significativamente i lavoratori dell'Isfol, come dimostra anche il susseguirsi di riunioni tra l'Amministrazione ed il Ministero del Lavoro e tra l'Amministrazione e i responsabili di struttura.

Ott 02

ISFOL sedeIn considerazione dei contenuti del DLGS 150/15 in tema di ANPAL, di quanto emerso nell'incontro con il Ministero del Lavoro in data 1° ottobre 2015 e della prossima emanazione del DPCM attuativo, le OO.SS. FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA indicono lo stato di agitazione del personale dell'ISFOL.

Set 29

ISFOL sedeGiovedì 1 ottobre 2015 dalle ore 9.30

PRESIDIO DEI LAVORATORI ISFOL

Presso il Ministero del Lavoro – Via Veneto

Set 22

ISFOL sedeEgregio Presidente, Egregio Direttore Generale,
in considerazione dei contenuti del decreto legislativo recante disposizioni per i l riordino del la normativa in materia di servizi per i l lavoro e le pol i tiche attive e facendo segui to al la precedente richiesta del 7 settembre 2015, FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA ribadiscono la richiesta di un incontro urgente in merito alla situazione del personale dell'ISFOL, con riferimento a quel lo impegnato presso l'Ente e presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Set 22

ISFOL sedeEgregio Ministro,
in riferimento ai contenuti del decreto legislativo recante "Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e le politiche attive", le scriventi Segreterie Nazionali di FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA chiedono un incontro urgente in merito alla situazione di tutto il personale dell'ISFOL.
In attesa di un Suo riscontro, si porgono i più distinti saluti.

 

 

Giu 30

ISFOL sedeCome facilmente prevedibile, la costituzione della nuova Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro si conferma per quello che è: un intervento inutile per il Paese e dannoso per i lavoratori.

Inutile, perché l'ANPAL e più in generale lo schema di DLGS in materia di politiche attive non costituiscono interventi capaci di dare risposte efficaci alla disoccupazione e al reinserimento lavorativo. Analogamente a quanto avviene in altri Paesi, per far questo servirebbero consistenti investimenti finanziari in servizi e risorse umane (e sommessamente aggiungeremmo investimenti diretti per la creazione di occupazione: altro che vincoli di bilancio in Costituzione ed austerity!). In Italia invece si pensa di svuotare il mare della disoccupazione con il cucchiaino, facendo sedicenti "riforme a costo zero" (contradizione in termini), rendendo incerto lo stesso futuro dei CPI, mantenendo una separazione funzionale tra politiche attive e passive, non risolvendo il rapporto tra Amministrazioni centrali e periferiche.

Top of Page