06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci
31 Lug 2019

ENEA: La strategia del morto

enea sedeFacendo seguito a numerose richieste pervenute, vi informo che ci apprestiamo a richiedere per le vie ufficiali la documentazione relativa al mutuo di 250 milioni estinguibili in venticinque anni richiesto dall'ENEA alla BEI (banca Europea Investimenti) e oggetto della delibera del C.d.A. del 10 luglio u.s. .
Nostro obiettivo è semplicemente informare, di questa operazione condotta nel più assoluto silenzio e messa in atto da un vertice ormai in scadenza di mandato, gli organi Competenti (oltre che i lavoratori) perché possano valutarne la legittimità e farci comprendere l'opportunità di un'azione che, a nostro avviso, rischia di avere effetti "devastanti" sull'Ente e sui suoi dipendenti,


Vi informiamo inoltre che non abbiamo ricevuto alcuna risposta da parte dell'ENEA sul bando pubblicato in gazzetta ufficiale dall'INAIL (che applica il nostro stesso contratto), che gli abbiamo regolarmente trasmesso, che evidenzia la scelta di questo Ente di pagare il servizio trasporto aziendale dei propri dipendenti dal bilancio, in antitesi ai comunicati ed ai comportamenti della nostra amministrazione che ha deciso proprio per non fare questo, di interrompere la trattativa su un integrativo giunta ormai all'epilogo.
Complice il periodo estivo, evidentemente in ENEA hanno scelto di adottare "la strategia del morto", fingersi morti in attesa che il "nemico" si stanchi e se ne vada...
Noi però non abbiamo intenzione di mollare di un centimetro... chiediamo la chiusura della trattativa sull'integrativo e la conseguente proroga dell'art. 1 commi 1 e 2 delle norme d'omogeneizzazione per conservare trasporto aziendale e/o modalità sostitutive, ci stiamo attrezzando, da settembre, per azioni dentro e fuori dall'Ente che a questo punto dovranno essere tanto forti "da risvegliare i morti" .
Colgo l'occasione per augurare a tutte le colleghe ed i colleghi, che ancora non ne abbiano fruito, una rifocillante pausa estiva, al ritorno avremo tutti bisogno di tanta energia....

Marcello Iacovelli

stampa

Torna in alto
Top of Page