06.487012506.87459039  nazionale@uilrua.it   Contattaci

CPO

DonnaNews n. 25 speciale marzo 2019 Eccoci al n. 25 “speciale marzo” di Donna News: è un bel numero, denso di informazioni e stimoli, soprattutto per i temi affrontati, perché questo mese di marzo è stato emozionante sotto tanti aspetti, conseguenti alla giornata dell’8 marzo. Iniziative numerose e colorate hanno caratterizzato questa giornata in tutto il nostro paese e nel mondo: troverete informazioni e spunti a volontà nei link interni per approfondimenti su temi specifici. Dell’iniziativa unitaria di CGIL CISL e UIL svoltasi a Roma merita menzione particolare quanto unitariamente affermato nelle sue conclusioni dalla nostra Segretaria Confederale Ivana Veronese: Da qui oggi, caro Maurizio, cara Annamaria e caro Carmelo, care tutte e tutti,  si esce con un patto. Non ci sarà più una piattaforma per il rinnovo di un contratto collettivo, che venga predisposta senza che, le politiche di genere siano un aspetto centrale, di pari passo, con le  scelte nodali del settore produttivo dell’impresa e del contesto di lavoro. È innegabile che fino ad oggi, abbiamo fatto molto, tanti i contratti collettivi che già contengono misure, tanti i contratti aziendali che si sono dotati di strumenti e del welfare necessario alle famiglie e alle persone, ma con la  stagione difficile del Paese che abbiamo davanti, questo tema deve essere all’inizio  della nostra agenda e non tra i   tanti”. Vi suggerisco di leggere con attenzione tutto questo numero, ci sono articoli davvero notevoli come “La primavera dei diritti: cronaca di un risveglio annunciato” oppure “Speciale restaurazione, ovvero l’attacco ai diritti delle donne”… oppure l’album delle figurine degli impresentabili... o anche “le donne pioniere” nei vari campi di eccellenza… la “scuola DeGenere per un’educazione libera da stereotipi”…l’orribile data base usato in Arabia dagli uomini per controllare le donne e impedire che scappino… Ma lasciatemi dichiarare l’amaro sorriso che mi ha strappato lo “speciale favole”: una attenta riflessione e ri-lettura delle favole classiche, agganciata crudamente a fatti e argomenti di cronaca. Buona lettura! Sonia Ostrica Donnanews
   

famigliaRoma, 19 gennaio 2018
Cara Laura,
ci preme segnalarti che il congedo di paternità, così come previsto nell'ultima legge di bilancio, non è esteso ai padri lavoratori dipendenti da pubbliche amministrazioni ma la sua applicazione è ancora una volta rimandata ad una norma, di approvazione del Ministro per la pubblica amministrazione, che ne individui e definisca gli ambiti, le modalità e i tempi di armonizzazione della disciplina.

famigliaRoma, 21 settembre 2017
Questa terribile estate non smette di fare vittime tra le donne.
I crimini di femminicidio e di stupro sono ormai una emorragia che non si arresta.
Sono un cancro che cresce, senza che si intraveda, finora, una reale reazione nel Paese, capace di contrastare un clima generale fatto di indifferenza, strumentalizzazioni e becero maschilismo.
In questa assenza di sensibilità verso le donne si è consentito che gli episodi gravissimi a Rimini fossero trasformati in un problema di immigrazione.
Con una semplicità devastante, due carabinieri hanno pensato di difendersi dall'accusa di stupro con becere giustificazioni: "erano consenzienti, seppure fatte e ubriache, non siamo stupratori ma cretini".

Giu 12
CPO

famigliaRoma, 12 giugno 2017
In questi ultimi anni le istituzioni hanno mostrato primi cenni di attenzione per quel percorso graduale di sviluppo di buone politiche di conciliazione dei tempi di lavoro e famiglia e tutela alla genitorialità.

Con la direttiva n. 3/2017, la Presidenza del Consiglio dei Ministri fornisce chiari indirizzi per l'attuazione delle disposizioni previste dall'art. 14, L. 124/2015, da avviare attraverso una fase di sperimentazione. Le linee guida, parte integrante della direttiva, contengono indicazioni inerenti l'organizzazione del lavoro e la gestione del personale per promuovere la conciliazione dei tempi di vita-lavoro e dei dipendenti e favorire il benessere organizzativo e assicurare l'esercizio dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori.
E' altresì specificato che gli indirizzi elaborati sulla base di un percorso condiviso con alcune amministrazioni, sono forniti al fine di favorire una efficace applicazione delle predette misure da parte delle pubbliche amministrazioni nell'ambito della propria autonomia organizzativa e gestionale.

Giu 03
CPO

famigliaFacendo seguito alla nostra circolare del 20/04/2017 relativa al Bonus asilo nido, comunichiamo che l'INPS ha pubblicato la circolare n.88/2017 ( in allegato) relativa alle procedure per richiedere il beneficio.
Il Bonus, ricordiamo, prevede l'erogazione di 1.000 euro, su base annuale, a copertura dell'iscrizione ad asili nido pubblici e privati autorizzati per i bambini, fino a 3 anni, nati o adottati a partire dal 1° gennaio 2016; spetta anche ai bambini affetti da gravi patologie croniche che non possono frequentare asili nido pubblici e privati, perché necessitano di forme di supporto presso la propria abitazione.

Giu 03
CPO

famigliaLa legge di Bilancio 2017 (legge 232 del 2016, comma 353) ha istituito un fondo destinato ad incentivare la natalità e sostenere economicamente le madri all'arrivo di un figlio tramite l'erogazione del cd Bonus Mamma domani.
A tal proposito nella circolare 78/2017 ( in allegato ) l'INPS fornisce le indicazioni tecniche per accedere al Premio, destinato alle mamme che hanno compiuto il settimo mese di gravidanza e per i bambini nati dal 1° gennaio 2017, pari a 800 euro una tantum; valido anche nei casi di affido e adozione.

Mar 28
CPO

UILRoma, 29 marzo 2017
Il Coordinamento nazionale UIL DIRITTI e la UIL RUA esprimono preoccupazione per quanto appreso dalle pagine de Il Fatto quotidiano del 17 marzo e dai quotidiani locali Gazzetta del Sud e Quotidiano del Sud, relativamente a un opuscolo dal titolo "Le domande sull'omosessualità" che sarebbe stato distribuito – o comunque esposto su un banco libri – agli studenti dell'Università della Calabria da parte dei "Gruppi Biblici Universitari GBU di Cosenza" (contatto riportato nell'ultima pagina di copertina), associazione studentesca regolarmente accreditata dall'Ateneo.

8marzo2017

CPOCPO UIL 8 marzo 2017
Oggi sono qui, nella mia organizzazione, ma sono anche in mezzo alle donne delle associazioni femminili che sono scese in piazza come "Non una di meno", un movimento che ha scelto uno slogan molto efficace: "se non valgo non produco e non riproduco". Le reti di associazioni femminili in 22 paesi del mondo hanno voluto porre l'accento su come sarebbe il mondo se le donne si fermassero.
Oggi mi sento anche in mezzo a loro perché lì come qui ci sono donne che combattono contro tutte le violenze, nella vita privata e nel mondo del lavoro.

E' ormai ben noto che a livello nazionale ed europeo i lavori meno pagati e meno tutelati continuano ad essere svolti da donne; sappiamo che le donne lavorano mediamente più ore ma hanno una retribuzione più bassa anche del 25%. Inoltre, le donne lavorano anche in maniera più discontinua, e perciò le pensionate hanno pensioni mediamente più basse di oltre il 40% rispetto agli uomini.

Set 05
CPO

famigliaRoma, 5 settembre 2016
La mania di parlare per slogan e cinguettii ha giocato un brutto scherzo alla Ministra della Sanità Lorenzin.

Più che una campagna informativa su demografia e problemi di concepimento, i contenuti e il messaggio del "fertility day" suonano come un intollerabile e volgare schiaffo a donne e uomini, fertili o meno.

Quando si trattano temi così complessi è doveroso usare la massima sensibilità e rispetto, tenendo conto delle condizione sociale del nostro Paese. Abbiamo invece assistito a semplificazioni e travisamenti intollerabili, resi ancora più sgradevoli e in una certa misura ridicoli dalla mania di utilizzare la lingua inglese per ogni nuova "mirabolante" impresa del Governo.

pariopportunita55 vittime dall'inizio dell'anno, 43 consumati all'interno del nucleo familiare, 27 all'interno di una coppia.
Una ragazza di 22 anni è stata bruciata viva dal suo ex perché l'aveva lasciato. Una ragazza che aveva paura, ma non l'ha detto a nessuno.
Sara, come tutte le altre vittime, aveva solamente esercitato il suo DIRITTO di decidere, il diritto di scegliere di voler chiudere una relazione.

famigliaLa circolare n. 40 diretta alle aziende e alle amministrazioni pubbliche iscritte alla Gestione Dipendenti Pubblici, fornisce le indicazioni utili a valorizzare, tramite il flusso Uniemens, la contribuzione figurativa a fini pensionistici relativa al congedo parentale fruito a ore.
Ricordiamo che L'Inps, con il messaggio n. 6704 del 3 novembre 2015, ha fornito alcune precisazioni in merito all'incumulabilità del congedo parentale ad ore con altri permessi o riposi disciplinati dal D.Lgs. 151/2001 di cui vi abbiamo dato chiarimenti con nota del 15 novembre u.s.

Top of Page