06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci

foccilloIl Consiglio dei Ministri del 10 ottobre 2019 ha emanato il Decreto Legge relativo al "Reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e sull'abilitazione del personale docente", contenente norme relative all'avvio del concorso straordinario per il personale della scuola, alla stabilizzazione dei precari negli Enti di ricerca e all'Abilitazione del personale docente delle Università.

Il DL, nel rispetto del patto siglato con i Sindacati nelle scorse settimane, offre soluzioni ai problemi di una gran parte del precariato della scuola, consente di superare una serie di criticità nella stabilizzazione del Personale precario degli Enti di ricerca, come chiesto fortemente dalla UIL, e proroga di tre anni la validità dell'Abilitazione Scientifica Nazionale nelle Università.

Ott 15
CUN

logo cunAdunanze del 24, 25 e 27 settembre e 8 e 9 ottobre 2019

INCONTRO DEL MINISTRO LORENZO FIORAMONTI CON IL CUN

Il 25 settembre il Ministro Fioramonti ha incontrato il CUN per un indirizzo di saluto e tratteggiare le linee strategiche del suo mandato. Fra i principali obiettivi indicati sono emersi l'impegno ad ampliare il finanziamento del sistema universitario per almeno mezzo miliardo di euro con la legge di bilancio 2020; l'imminente presentazione di un decreto legge su Scuola e Università che preveda lo svincolo dall'obbligo del ricorso al MEPA e la proroga della durata delle Abilitazioni Scientifiche Nazionali e delle procedure ex art. 24 comma 6 per il reclutamento; una riforma dell'attuale sistema di reclutamento, almeno relativamente al pre-ruolo, che preveda un 50% di reclutamenti con procedura nazionale e il restante con procedure locali; la presentazione della nuova VQR 2015-19 i cui principi generali si ispirano alla valutazione quantitativa valorizzando l'interdisciplinarità, evitando però gli attuali automatismi valutativi; la volontà di rivisitare i criteri alla base delle premialità per i dipartimenti e di estendere la valutazione alla terza missione; l'interesse per il tema della riforma dei settori scientifico-disciplinari, già in discussione presso il CUN, dell'attivazione delle proposte di nuove classi di corsi di studio approvate nei mesi precedenti dal CUN e della revisione delle classi di corsi di studio esistenti.

ue cartinaFondi Strutturali UE e Politiche di Coesione:
per "un'Europa più intelligente" la UIL suggerisce più sinergie tra le tre reti di ricerca e innovazione, più qualità della risorsa umana e più dialogo tra Alta Formazione e sistema produttivo e dei servizi

UIL logoUFFICIO UIL POLITICHE CONTRATTUALI DEL PUBBLICO IMPIEGO

La programmazione in materia di pubblico impiego nella Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanzia 2019

La nota di aggiornamento al DEF, approvata il 30 settembre dal Consiglio dei Ministri, rappresenta uno snodo importante per sondare, quanto meno sotto il profilo programmatico, le intenzioni del nuovo esecutivo in vista della prossima legge di bilancio.

Con la presente nota vogliamo fornirvi un quadro complessivo delle linee programmatiche relative al pubblico impiego e, più in generale, alle nostre PP.AA., aggiungendovi le nostre osservazioni.

metropolitanaLa Fed. UIL Scuola RUA stigmatizza l'inaccettabile intervento delle forze dell'ordine subito dalle lavoratrici e dai lavoratori che ieri manifestavano in difesa del proprio lavoro dinanzi alla sede di Roma Metropolitane.

Solidarietà e vicinanza della Fed. UIL Scuola Rua al Segretario UIL del LAZIO Alberto Civica, al Segretario CGIL di ROMA e del LAZIO Natale di Cola e al deputato Stefano Fassina rimasti feriti durante l'intervento delle forze di polizia.

Ci attendiamo che siano rapidamente accertate le responsabilità di quanto accaduto e ricordiamo che CGIL CISL e UIL di Roma e del Lazio hanno convocato un sit-in al Campidoglio per oggi alle ore 17,00.

pubblica amministrazione3 largeOggi abbiamo incontrato al dicastero di viale Trastevere il neo Ministro Fioramonti e non sono mancati importanti spunti di riflessione.

L'intento di entrambe le parti è quello di non limitarsi a questo primo appuntamento, ma di instaurare un rapporto proficuo di collaborazione e confronto su temi che da troppi anni son rimasti relegati all'angolo dell'agenda politica e che richiedono, finalmente, un'azione politica seria di investimenti e promozione dei settori dell'Istruzione e della Ricerca. Non possiamo più cedere il passo rispetto agli altri stati europei come avvenuto in questi anni, anzi dobbiamo recuperare terreno rilanciando un comparto che rappresenta, checché se ne dica, una risorsa strategica e una innegabile ricchezza preziosa per lo sviluppo, la competitività e l'innovazione dell'intero sistema Paese. Dobbiamo prenderne coscienza e pertanto è opportuna anche un'adeguata sensibilizzazione.

Lug 10

Fed U S RDopo sette mesi dall'ipotesi di accordo e oltre 8 anni complessivi di attesa, ieri le organizzazioni sindacali rappresentative hanno sottoscritto il CCNL della dirigenza del comparto Istruzione e Ricerca 2016/2018.
Alla soddisfazione per un iter contrattuale che dà slancio alle relazioni sindacali e alla contrattazione, si abbina l'amarezza per la lungaggine della procedura, che certamente andava completata in tempi più stretti.

simboli-comparti universitaSi è tenuta giovedì 17 giugno la riunione di contrattazione decentrata con l'Amministrazione dell'Università di Firenze.
In premessa sono state fatte alcune comunicazioni relative ai fondi benefit: allo stato attuale le domande superano per oltre 30.000€ la somma disponibile pari a circa 310.000€. L'Amministrazione sta procedendo alla rideterminazione degli importi da liquidare sulla base della dichiarazione ISEE come da Regolamento .

Top of Page